Pannelli fonoassorbenti: materiali utilizzati

Locali rumorosi clienti insoddisfatti
5 Marzo 2020
Pannelli fonoassorbenti: cause e rimedi
24 Marzo 2020

Perchè si parla così tanto di pannelli fonoassorbenti? Oggi siamo molto più attenti ad aspetti fondamentali per la nostra salute fisica e mentale. Ecco perché è sempre più importante fare attenzione all’acustica di una stanza. Vivere in un ambiente rumoroso risulta dannoso per la nostra salute. 

Il caos influisce negativamente sul nostro umore e sulla capacità di concentrazione. Ci rende nervosi e stressati. É fondamentale vivere in un ambiente acusticamente confortevole. Aumenta la nostra produttività e lo stato di benessere psicofisico. 

I pannelli fonoassorbenti rappresentano una soluzione a questo problema. 

Cosa sono i pannelli fonoassorbenti? 

I pannelli fonoassorbenti migliorano l’acustica di un locale. Eliminano e limitano il riverbero del suono. Se vuoi saperne di più abbiamo trattato l’argomento in un articolo precedente

La fonoassorbenza è l’ideale per evitare le riflessioni sonore che tutti i materiali generano all’interno di una stanza. 

Come uno specchio, le onde rimbalzano da una parete all’altra e creano il riverbero. Per impedire che il suono attraversi i muri, avremo bisogno invece, dei pannelli fonoisolanti. Utilissimi per non disturbare il vicinato. Per saperne di più clicca qui

Il mondo dei fonoassorbenti si divide in quattro categorie. 

  • Fonoassorbenti resistivi: sono le classiche spugne che trasformano l’energia sonora in calore. Sono adatte per frequenze medie e alte.
  • Fonoassorbenti per risonanza a pannello: disperdono l’energia attraverso la vibrazione dei pannelli piani. Risultano ideali per le basse e le medie frequenze.
  • Fonoassorbenti per risonanza a cavità: famose anche come bass traps e risonatori di Helmot. Disperdono l’energia e la intrappolano nella risonanza di un volume. Ideali per le basse frequenze. 
  • Pannelli fono-diffondenti: spaccano le riflessioni sonore e rendono più diffuso il campo. Risultano performanti a frequenze medio-alte. 

I pannelli fonoassorbenti correggono l’acustica di una stanza. Operano, quindi, sul rumore di un locale. É questo che li rende perfetti per insonorizzare ristoranti, bar, palestre, ecc.

Un progetto di insonorizzazione parte dall’utilizzo di almeno tre diversi materiali. Nel frattempo si predispongono quantità e posizionamento in funzione: 

  • della geometria
  • delle sorgenti sonore
  • dei materiali che compongono l’ambiente

Ogni stanza è diversa e, di conseguenza, non esistono quantità fisse. Ecco perché consigliamo sempre di affidarsi ad esperti del settore. 

Per svolgere bene il proprio lavoro, i materiali che compongono i pannelli devono essere spessi

  • Un pannello di spessore 50 mm assorbirà in modo accettabile solo frequenze dai 1000 hz
  • Se ha uno spessore di 100 mm, riuscirà ad assorbire frequenze dai 500 hz in su.

Se hai intenzione di dipingere i tuoi pannelli presta attenzione a come farlo. Non ostruire i pori a vista dell’onda sonora. Comprometteresti la capacità di assorbimento di frequenze alte. 

Falsi miti sui pannelli fonoassorbenti 

Vogliamo sfatare alcune dicerie sull’insonorizzazione. 

  • Cartoni delle uova. Sicuramente avrai sentito parlare del classico cartone delle uova come materiale fonoassrobente. Niente di più falso. Certo, come ogni materiale ha una certa capacità di assorbenza. Non sarà, però, mai in grado di sostituire un pannello fonoassorbente che si rispetti. 

Tra le legende metropolitane troviamo anche altre credenze.

  • Il sughero non potrebbe essere meno adatto. Non ha alcuna funzione rilevante in questo ambito;
  • I legno attutisce il suono ma applicato in modo grezzo sulla parete non svolge a dovere il suo compito;
  • la gommapiuma da imballaggio trae in inganno per il suo aspetto. In realtà ha una struttura interna che la rende inadatta allo scopo. 

Richiedi i servizi tecnici di perparlare. Uno staff di professionisti ti fornirà assistenza e consulenza. Puoi contattarci inviando un email a info@perparlare.com oppure puoi compilare il form contatti che segue.