Inquinamento acustico e l’impatto sulla vita quotidiana

Inquinamento acustico e le sue conseguenze
26 Marzo 2020
correzione acustica open space
La correzione acustica negli ambienti di lavoro
18 Aprile 2020
inquinamento acustico per parlare comfort acustico

Non tutti sanno che almeno 12 morte all’anno in Europa sono legate allinquinamento acustico. L’Italia è il secondo paese europeo più esposto, preceduto dal Belgio e seguito dal Lussemburgo. Risulta anche il paese con il numero più alto di bambini tra i 7 e i 17 anni che soffrono di problemi di lettura a causa del rumore al quale sono esposti. 

Tra i vari fattori che incrementano l’inquinamento acustico troviamo il rumore assordante del traffico stradale, aereo e ferroviario, dei locali notturni e quello cittadino. 

Infatti, gli italiani sono poco tolleranti al disturbo della quiete e gelosi della loro vita privata. Tuttavia sembrano anche poco rispettosi del prossimo in quella pubblica. 

Ecco che al traffico quotidiano si aggiunge, quindi, il rumore 

  • della musica ad alto volume
  • generato dai clienti all’interno e all’esterno dei locali
  • del riverbero della sala 

Il livello sonoro interno della maggior parte delle attività si aggira intorno ai 65-70 dB (A).  Considerando che intorno ai 65 dB il rumore diventa per l’uomo un fastidio dannoso per l’udito, bisognerebbe prendere provvedimenti a riguardo. 

Purtroppo sono ancora poche le persone che prendono seriamente il problema dell’inquinamento acustico. 

Come correggere l’inquinamento acustico 

Quanto spesso ci capita di far fatica a parlare in un locale al chiuso? Il normale corso della conversazione è disturbato continuamente dalla musica, dall’eco delle altre voci e dal frastuono delle stoviglie. Per comunicare con chi ci è di fronte finiamo con l’urlare, e le nostre parole si mescolano a quelle degli altri. 

Questo succede frequentemente nei ristoranti con pareti e soffitti lisci. Le superfici, seppure esteticamente belle, producono una pessima acustica. Il vociare delle persone, il suono della musica e il resto dei rumori emessi s’infrangono sulle mura allo stesso modo dei raggi di sole in una stanza piena di specchi. 

Il riverbero del suono è proprio la sua riflessione e dipende dalle caratteristiche acustiche della sala. Più il locale è riverberante più i rumori producono quell’eco fastidioso che ci procura incessanti mal di testa. 

Il riverbero incide negativamente non solo sui clienti ma anche sul personale e sul loro stato psicofisico. Per questo è necessario apportare un cambiamento al fine di correggere l’acustica della sala. 

Per limitare i danni è necessario effettuare interventi di fonoassorbenza mirati. Bisogna, infatti, aumentare l’assorbimento acustico attraverso l’installazione di pannelli fonoassorbenti a parete o a soffitto

Per correggere acusticamente un luogo bisogna comprendere su quali frequenze è necessario intervenire: 

  • frequenze basse
  • frequenze medie
  • frequenze medio-alte

Infatti, i materiali in commercio non coprono tutte le frequenze. Quindi, in base alla frequenza da modificare, verrà utilizzato un determinato materiale fonoassorbente. 

Il trattamento fonoassorbente ha lo scopo di migliorare il comfort acustico all’interno del locale per un ambiente più sano, nel quale sia possibile non solo gustare un delizioso piatto di pasta, una buona pizza o un caffè, ma anche rilassarsi in una normale conversazione o ascoltando una piacevole musica 

Per richiedere una consulenza fonometrica gratuita, compila il modulo sottostante.